Presentazione del progetto GRID

   

1. Introduzione

Il progetto GRID - in progress - ha lo scopo di sviluppare un software per permettere a chiunque non sia un esperto di informatica di progettare, popolare, consultare e gestire una base dati personalizzata in autonomia.

Al tempo di internet e del web, il software è stato ovviamente sviluppato come un'applicazione web-based per rendere la base dati accessibile ovunque con un semplice browser tramite un PC, un tablet o uno smartphone connesso in rete.

Un applicazione GRID è quindi costituita da una base dati e dalla personalizzazione del software GRID; segue una lista di possibili applicazioni GRID:

  • Indice di una rivista cartacea o digitale, per gestire ad esempio un insieme di riferimenti bibliografici
  • Catalogo / inventario, per esempio di oggetti museali
  • Survey anonime, indagini di customer satisfaction
  • Registrazione ad eventi pubblici
  • Acquisizione e gestione storicizzata di contatti
  • Quiz
  • Anagrafica
  • Bacheca online, per la gestione degli avvisi, con o senza allegati
  • Catalogo di beni e/o servizi con prezzi e sconti, per supportare la forza commerciale
  • ecc.

2. Punti di forza

I punti di forza di GRID sono la potente funzionalità di ricerca sui dati, l'utilizzo di tabelle di decodifica, la possibilità di adoperare campi a valori multipli e il multilinguismo.

Funzionalità di ricerca

Le possibilità di ricerca sui dati sono notevolmente aumentate con la versione 4.0 di GRID.

Adesso l'utente può, in fase di ricerca, inserire prima del valore un predicato (maggiore, minore, maggiore e uguale, minore e uguale). Ad esempio, per selezionare tutte le "Lezioni di musica" che sono stati date dal 2015 in poi, nel campo 'Data della lezione', l'utente deve inserire >= 2015 .

Esempi

Inoltre l'utente può indicare un intervallo con l'uso delle parentesi quadrate. Per ottenere tutti i film usciti dal 1970 al 1980, l'utente deve inserire [1970, 1980] nel campo 'Anno' dell'applicazione DVD. Analogamente l'utente può indicare una lista di valori con l'uso delle parentesi tonde.

Infine alcune parole chiave - "NOT", "NULL" e "NOT NULL" - possono essere utilizzate.

Utilizzo delle tabelle di decodifica

GRID suggerisce di trasformare i campi qualitativi in campi codificati ossia passare dalle "descrizioni" ai "codici", per rendere l'applicazione GRID più "robusta", sia quando si svolge attività di inserimento dati oppure di aggiornamento dati, sia quando si effettua ricerche sui contenuti.

NB: In questa pagina web la parola "campo" si riferisce a i campi di una tabella MySql di un'applicazione GRID. La parola "campo" viene anche utilizzata facendo riferimento ai campi di una maschera HTML (SEARCH, SHOW, CRUD, ecc.). Invece la parola "colonna" si riferisce alle colonne di un foglio Excel.

Durante l'inserimento dati, se il valore non è presente nell'elenco, la funzionalità "Valore non in elenco" permette di inserirlo nella tabella di decodifica, se l'utente è autorizzato a farlo. Infine l'utilizzo delle tabelle di decodifica garantisce il multilinguismo e facilita enormemente la manutenzione della base dati.

Campi a valori multipli

L'idea alla base dei campi a valori multipli è facilitare la progettazione della base dati, permettendo di memorizzare più di un valore in un campo e svolgere ricerca su questi campi, senza dover creare un modello di base dati più avanzato.

Per un esempio di base dati con campi a valori multipli, vedere l'applicazione "DVD" e, in particolare, i campi Titoli, Registi, Attori, Maestri e Nazioni.

L'uso di tabelle in JOIN è un'alternativa ai campi a valori multipli.

Multilinguismo e localizzazione

GRID gestisce in modo nativo l'italiano e l'inglese; in particolare l'interfaccia gestisce automaticamente:

  • i titoli, la messaggistica, i nomi dei campi della base dati, ecc.
  • la visualizzazione dei valori codificati in funzione della lingua corrente
  • la validazione e visualizzazione dei numeri: separatore delle migliaia e separatore dei decimali, secondo lo standard europeo oppure anglosassone
  • la validazione e visualizzazione delle date, secondo lo standard europeo oppure anglosassone
  • la messaggistica di errore.

3. Procedura di migrazione da Excel a GRID

GRID offre una procedura che permette il trasferimento dei dati da applicazioni Microsoft Excel (oppure Access) verso GRID in maniera facile e veloce. La procedura esegue alcuni check sui dati e consente di codificare i valori dei campi qualitativi con la generazione di nuove tabelle di decodifica.

4. Modalità di accesso e condivisione dei dati

GRID consente di impostare la modalità di accesso ad un'applicazione:

  • può essere libero, ossia tutti i visitatori del sito web possono eseguire ricerche, visualizzare dati e eseguire statistiche qualitative
  • oppure può essere riservato, ossia l'accesso avviene tramite Login – ad alcuni utenti registrati nell'anagrafica. In questo caso GRID consente di condividere la base dati, o parte di essa, con utenti selezionati registrati nell'anagrafica, impostando i permessi di accesso in modo selettivo, così ognuno vede e fa solo quello che gli compete.

5. Tipologia di applicazioni

Le applicazioni GRID sono chiamate informative quando permettono soltanto agli utenti di eseguire ricerche sui dati, di visualizzare i risultati e di eseguire statistiche qualitative.

Le applicazioni GRID sono chiamate dispositive quando permettono agli utenti di svolgere, oltre alle operazioni informative, le classiche operazioni CRUD , sia su record singolo, sia su un insieme di record (operazioni multiple).

NB: CRUD è un acronimo in inglese, che deriva dalle iniziali dalle quattro operazioni fondamentali compiute nelle base dati: Create (creare i dati), Read o Retrieve (leggere i dati), Update (aggiornare i dati) e Delete (eliminare i dati).

6. Interfaccia

L'interfaccia di un'applicazione GRID - sia quella per gli utenti che quella per i responsabili delle applicazioni - è progettata per utenti non esperti di informatica. L'interfaccia, familiare ed intuitiva, permette a tutti di operare sui dati in sicurezza. L'interfaccia è composta sostanzialmente da cinque gruppi di maschere:

  • una o più maschere SEARCH per l'interrogazione dei dati
  • la maschera SHOW per la visualizzazione dei dati
  • le maschere per le statistiche qualitative
  • se l'applicazione è dispositiva, la maschera CRUD per la manipolazione dei dati tramite operazioni dispositive: inserimento, aggiornamento, upload di allegati (file oppure fotografie), cancellazione, operazioni multiple, ecc.
  • per i responsabili delle applicazioni, le maschere di configurazione dell'applicazione

Esempi di maschere GRID

Maschera SHOW dell´applicazione "Lezione di Musica" - Versione per utenti finali

Maschera SEARCH (GRID 3.x) dell´applicazione "Periodica de re canonica" - Versione in inglese per utenti finali (informativa) - Univeristà Gregoriana

Maschera SEARCH (ricerca semplice) dell´applicazione dimostrativa "DVD" - Versione per utenti finali (informativa)

7. Conclusione

GRID è ideato, sviluppato e prodotto integralmente da Xavier Debanne, nasce dall'attenzione continua rivolta alle esigenze ed ai bisogni di chi vuole rendere fruibili dal web insiemi di dati strutturati in base dati.

Spesso le soluzioni offerte da GRID sono frutto della risposta a problematiche ed esigenze specifiche degli utenti, per questo il software è in continua evoluzione e miglioramento.