Presentazione dell'Ambiente di Gestione (ADG)

   

L'Ambiente di Gestione (ADG) è un software per la realizzazione di siti web e di applicazioni distribuite web-based multilingua.

ADG si presenta come:

I tre livelli di ADG

I componenti di ADG si distribuiscono in tre livelli, dove ogni livello usa le funzionalità del livello precedente e fornisce funzionalità a quello successivo (struttura a cipolla).

1. Web di ADG 

Più info.

2. Framework di ADG 

Più info.

Se il Webmaster ha necessità di arricchire il sito Web con servizi interattivi, il Framework di ADG lo aiuta nella realizzazione e manutenzione di applicazioni web-based. In questo modo il Webmaster può concentrarsi sull'aspetto applicativa delle applicazioni e delegare al Framework di ADG la gestione operativa.

Infatti il Framework mette a disposizione del Webmaster:

  • un programma PHP chiamato "fmw" che si prende carico delle applicazioni; questo programma gestisce gli aspetti sistemistici quali le sessioni, l'accesso multiutenti alle applicazioni, la sicurezza, i log, le statistiche, ecc.
  • un tool per la Gestione delle Identità e degli Accessi (GIA); questo tool permette di gestire l'anagrafica degli utenti e l'archivio dei diritti e privilegi; il programma "fmw" accede a questi archivi per verificare l'identità degli utenti in fase di login, per controllare a quali applicazioni essi possono accedere e su quanto essi possono fare
  • un tool per la Configurazione delle Applicazioni (CDA); questo tool permette di configurare le applicazioni ADG in generale e GRID in particolare
  • un modello per consentire al Webmaster di arricchire il programma "fmw" con le applicazioni realizzate dal Webmaster tramite "include PHP".

Esempi

Esempio della maschera di Login per l'accesso all'area riservata di questo sito

Esempio della maschera che segnala che un'applicazione è in uso da un altro utente

3. GRID 

Più info.

Lo scopo del progetto GRID è di permettere a persone non esperti di informatica di progettare, realizzare e mantenere una base dati e renderla accessibile tramite un PC, un tablet o uno smartphone connesso in rete.

Segue una lista di base dati a titolo puramente esemplificativo e non limitativo:

  • Indice di una rivista cartacea o digitale, per gestire ad esempio un insieme di riferimenti bibliografici
  • Catalogo / inventario, per esempio di oggetti museali
  • Survey anonime, indagini di customer satisfaction
  • Registrazione ad eventi, acquisizione e gestione dei contatti
  • Quiz
  • Anagrafica utenti / clienti, per gestire un insieme di informazioni su clienti e fornitori
  • Bacheca online, per la gestione degli avvisi, con o senza allegati
  • Applicazione di prenotazione online, con lo scopo di gestire le disponibilità degli operatori
  • Catalogo di beni e/o servizi con prezzi e sconti, per supportare la forza commerciale
  • ecc.

Per raggiungere gli obiettivi del progetto GRID, la base dati deve essere gestita da un'applicazione web-based le cui operazioni di raccolta dei dati per costituire una base dati, di interrogazione e presentazione di questi dati, di elaborazione statistiche, ecc. sono già predisposte. Quest'applicazione web-based si chiama "Applicazione GRID".

Un'applicazione GRID è quindi una particolare applicazione ADG progettata per la fruizione e la gestione di basi dati. Un'applicazione GRID viene chiamata informativa quando l'utente può accedere soltanto in lettura ai dati e non può modificare i dati delle base dati collegata; viene chiamata dispositiva quando l'utente può anche aggiornare i dati delle base dati collegata.

Una volta configurata con il tool per la Configurazione delle Applicazioni (CDA), un'applicazione GRID dispone di tutte le funzionalità necessarie alla gestione dei dati, ossia raccolta dei dati per costituire una base dati, interrogazione e presentazione di questi dati, elaborazione statistiche, ecc.

L'interfaccia di un'applicazione GRID - sia informativa che dispositiva - è progettata per utenti non esperti di informatica. L'interfaccia, familiare ed intuitiva, permette agli utenti di operare sui dati in sicurezza. L'interfaccia è composta sostanzialmente da tre maschere principali:

  • una o più maschere SEARCH per l'interrogazione dei dati
  • la maschera SHOW per la visualizzazione dei dati
  • se l'applicazione è dispositiva, una maschera CRUD per la manipolazione dei dati tramite operazioni dispositive: inserimento, aggiornamento, upload, cancellazione, operazioni multiple, ecc.

Il Webmaster può configurare un numero illimitato di applicazioni GRID; l'attività di configurazione, combinata con l'attività di User Management (con il tool per la Gestione delle Identità e degli Accessi (GIA), permette al Webmaster di autorizzare diversi utenti o tipologie di utenti ad accedere a varie applicazioni GRID con differenti privilegi.

Un'applicazione GRID consente quindi l'accesso rapido e agevole ai dati riposti in MySQL, alla loro manipolazione, senza avere necessità di competenze tecniche relative al linguaggio SQL e al gestore di base dati MySql.

Esempi di maschere GRID

Maschera SHOW dell'applicazione 'Lezione di Musica' - Versione per utenti finali

Maschera 'SHOW' dell'applicazione 'Lezione di Musica' - Versione per sviluppatori (dispositiva)

Maschera SEARCH (ricerca standard) dell'applicazione 'Periodica de re canonica' - Versione in inglese per utenti finali (informativa) - Univeristà Gregoriana

Esempio di tabella di frequenza doppia, dall'applicazione 'Survey 2017/2018' - Cooperativa Sophia

Maschera SEARCH (ricerca semplice) dell'applicazione dimostrativa 'DVD' - Versione per utenti finali (informativa)

Maschera 'CRUD' (aggiornamento dati) dell'applicazione 'Bacheca online'

4. La procedura per la migrazione da Excel a GRID

ADG offre una procedura che permette il trasferimento dei dati di applicazioni Microsoft Excel (oppure Access) verso GRID in maniera facile e veloce.

Dopo il trasferimento, il tool per la manipolazione delle tabelle MySql (MTM) permette di eseguire alcune procedure frequentemente necessarie, senza la necessità di avere competenze tecniche relative a MySQL.

Tra l'altro il tool MTM consente di codificare i valori delle colonne qualitative con la generazione automatica di nuove tabelle decodifica.

Il tool MTM consente anche di fare alcuni check sui dati; ad esempio il tool può verificare, per ciascun record, che le colonne "obbligatorie" abbiano un valore. Il check può essere fatto tenendo conto anche di eventuali dipendenze da altre colonne: per esempio la colonna X deve obbligatoriamente contenere un valore se il valore della colonna Y vale un specifico valore.

Con questa procedura, il Webmaster può quindi convertire le applicazioni già esistenti e farle funzionare velocemente su GRID.

5. Conclusione

ADG facilita fortemente la realizzazione e la manutenzione dei progetti Web del Webmaster con profilo PHP, MySql, Javascript e CSS.

Per esempio i moduli software di configurazione permettono al Webmaster di definire facilmente le caratteristiche del sito Web e di configurare le funzionalità delle applicazioni, in particolare le funzioni di visualizzazione, ricerca e modifica delle applicazione GRID.

Analogamente le routine della biblioteca di ADG si fanno carico, ad esempio, della visualizzazione dei contenuti statici, delle di maschere di accesso (login) o di registrazione, della navigazione nella base dati e della modifica online dei dati.

Infine il Webmaster può personalizzare ogni componente di ADG per ottenere esattamente quello che desidera.

ADG è un software gratuito distribuito in modalità open source per database MySQL, sviluppato in PHP e Javascript, nell'ottica di velocizzare la pubblicazioni di contenuti complessi e la realizzazione di servizi interattivi.